Radio: Arbore, “Col digitale sarà  più avanti di internet”

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “La radio, per la sua agilità , è più moderna di Internet, se usata bene gli farà  concorrenza”: parola di Renzo Arbore, che oltre 40 anni fa rinnovò un media dato per spacciato a causa dell’arrivo della televisione e inventò programmi-cult come Bandiera Gialla, Per noi giovani e, successivamente, Alto gradimento. Chi potrebbe essere il suo erede? “In Rai Fiorello è quello che ha segnato un nuovo passo per il rilancio della radio”, risponde. Ad Arbore Salvatore Coccoluto ha dedicato un libro, ‘Renzo arbore e la radio d’autore (Bastogi editore), che ripercorre la storia della radio attraverso la vita di un personaggio che, secondo l’autore, rappresenterebbe la radio stessa. “La radio, a saperla usare, rimane lo strumento più moderno. Non avendo il problema dell’immagine, è più agile e moderna di Internet: lì ti devi sedere, devi leggere, devi fare comunque uno sforzo. Invece la radio la puoi ascoltare dovunque”, spiega Arbore, che fa una previsione: “Quando arriverà  il digitale, quando ogni radio sarà  su una sola frequenza in tutto il territorio nazionale, questo strumento avrà  un altro grande rilancio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Ernesto Mauri: carta e pubblicità sui mezzi tradizionali sono destinate a calare. Mondadori deve focalizzarsi sui libri e promuovere la trasformazione digitale dei periodici

Approvato dal Cda di Mondadori il resoconto intermedio al 30 settembre 2015. Perdita ridotta del 4% nei nove mesi

Al Prix Italia presentato Rai Radio6Teca, canale che ripropone programmi e giornali radio d’epoca che hanno fatto la storia di Radio Rai