EDITORIA: GIULIETTI, IL GOVERNO FACCIA UN PASSO INDIETRO

EDITORIA: GIULIETTI, IL GOVERNO FACCIA UN PASSO INDIETRO


(ANSA) – ROMA, 31 OTT – Per il portavoce di Articolo 21, Giuseppe Giulietti, “il presidente della Federazione degli editori Carlo Malinconico ha assolutamente ragione quando reclama un’attenzione non episodica alla grave crisi che rischia di stravolgere il comparto editoriale”. “Proprio perché crediamo nella necessità  e nell’urgenza di approvare, anche attraverso un positivo confronto con il governo, una moderna riforma dell’editoria – afferma Giulietti in una nota – continuiamo a ritenere che il governo dovrebbe astenersi dall’assumere decisioni che potrebbero compromettere la situazione. Ci riferiamo all’annunciata soppressione dei diritti soggettivi, all’ulteriore riduzione dei fondi e addirittura all’abolizione dell’obbligo di pubblicazione sui giornali dei cosiddetti avvisi legali”. Giulietti si augura che “il ministro Brunetta voglia almeno congelare questo provvedimento e che nella Finanziaria si vogliano almeno introdurre quelle misure industriali, dal credito d’imposta al costo della carta, più volte reclamate non solo dalla Fieg ma anche dalla Federazione della stampa e da tutte le principali associazioni professionali e sindacali del settore”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari