Editoria

31 ottobre 2008 | 0:00

EDITORIA: GIULIETTI, FIEG HA RAGIONE CHIEDERE ATTENZIONE CRISI

EDITORIA: GIULIETTI, FIEG HA RAGIONE CHIEDERE ATTENZIONE CRISI


(AGI) – Roma, 31 ott. – “Il presidente della Fieg Carlo Malinco
nico ha assolutamente ragione quando reclama un’attenzione non episodica alla grave crisi che rischia di stravolgere il comparto editoriale. Proprio perche’ crediamo nella necessita’ e nella urgenza di approvare, anche attraverso un positivo confronto con il governo, una moderna riforma dell’editoria, continuiamo a ritenere che il governo dovrebbe astenersi dall’assumere decisioni che potrebbero compromettere la situazione”. Lo sostiene Giuseppe Giulietti, parlamentare Idv e portavoce dell’associazione Articolo21, specificando di riferirsi “all’annunciata soppressione dei diritti soggettivi, alla ulteriore riduzione dei fondi e, addirittura, all’abolizione dell’obbligo di pubblicazione sui giornali dei cosiddetti avvisi legali”. E quanto al trasferimento di tutti gli atti su internet, questo “e’ un processo ineludibile” solo che – dice Giulietti – “attualmente la medesima rete non e’ in grado di assicurare quella universalita’ e quella capillarita’ di diffusione che solo la stampa nazionale regionale e locale e’ ancora in grado di offrire. Ci auguriamo che il ministro Brunetta voglia almeno congelare questo provvedimento e che nella legge finanziaria si vogliano almeno introdurre quelle misure industriali, dal credito d’imposta al costo della carta, piu’ volte reclamate non solo dalla Fieg ma anche e con grande forza dalla Fnsi e da tutte le principali associazioni professionali e sindacali del settore”.