TLC

03 novembre 2008 | 0:00

TLC: ROMANI, TERMINAZIONE MOBILE ENTRO 2011 IN LINEA CON UE

TLC: ROMANI, TERMINAZIONE MOBILE ENTRO 2011 IN LINEA CON UE


(ANSA) – ROMA, 3 NOV – Le tariffe di terminazione mobile “proposte dall’Autorità  si collocheranno, nel 2011, al livello di Paesi quali il Regno Unito, ossia saranno in linea con la media dei Paesi europei”. Così il sottosegretario allo Sviluppo economico, Paolo Romani, risponde a un’interrogazione di Gianluca Pini, deputato della Lega. Nell’interrogazione, Pini sottolinea tra l’altro che il livello di terminazione mobile definito “dall’Agcom risulta più che doppio rispetto a quello calcolato dall’omologa Autorità  francese di settore” e che “la Commissione europea ritiene non giustificabile il persistere della diseguaglianza nei valori e nel trattamento regolamentare della terminazione mobile e fissa”. “Attualmente – ricorda Romani parlando del mobile – tutti e quattro gli operatori hanno tariffe regolamentate e, precisamente, c’é una proposta di discesa per il prossimo triennio che è ora all’attenzione della Commissione europea” e che, appunto, porterà  a prezzi in linea con l’Ue “entro il 2011″. Quanto ai diversi modelli adottati per la definizione delle tariffe di terminazione mobile e fissa, Romani sottolinea che sul fisso “l’Autorità  italiana ha adottato un approccio regolamentare del tutto innovativo, che riconosce il cosiddetto costo della concorrenza e, più in generale, lo sforzo a investire per affermare una concorrenza di tipo infrastrutturale”. Nel caso del mobile, invece, “tutti gli operatori partono con una propria infrastruttura e non debbono affidarsi a quella degli altri”.