Televisione

04 novembre 2008 | 0:00

SANREMO: SANGIORGI, IL MEI COME PROGETTO TV COMPLEMENTARE

SANREMO: SANGIORGI, IL MEI COME PROGETTO TV COMPLEMENTARE
 
(ANSA) – ROMA, 4 NOV – “La grande forza innovativa culturale e musicale del Mei potrebbe diventare un progetto televisivo integrato al Festival di Sanremo”: è l’idea che Giordano Sangiorgi, ideatore e organizzatore del Meeting delle Etichette Indipendenti, ha lanciato alla conferenza stampa organizzata dal Comune di Bologna per l’Anteprima della manifestazione. “Il Mei – ha proseguito Sangiorgi – dà  spazio a nuove produzioni innovative e a una ricerca capace di innovare la musica italiana che difficilmente trovano spazio a Sanremo, che in qualche modo rappresenta la tradizione musicale del nostro Paese”. Sangiorgi sollecita quindi la Rai a “dare ampio spazio al Mei 2008 per valorizzare la ricca produzione indipendente presente in Regione, con oltre 160 indies attive delle quali un terzo in Emilia, un terzo in Romagna e un terzo a Bologna e provincia, delle quali oltre la metà  nate negli ultimi 15 anni”. Ma non è l’unica proposta di Sangiorgi, che sempre oggi, nel corso di un’altra conferenza stampa – questa volta a Napoli – è intervenuto telefonicamente annunciando che intende dar vita alla rinascita della nuova canzone napoletana con un festival indies che faccia tornare al centro del mondo la rinnovata canzone partenopea, contando su produttori e intellettuali napoletani come Carmine Aymone, giornalista e critico musicale, e Peppe Ponti, produttore di Suoni a Sud.