Rai/ Pardi (Idv): Da Gramazio accuse farneticanti

Rai/ Pardi (Idv): Da Gramazio accuse farneticanti
Si picca di saper programmare trasmissioni tv meglio dei registi


Roma, 4 nov. (Apcom) – “Non bastano i consigli di Dell’Utri su come far funzionare meglio, a suo dire, il Tg3. Anche Gramazio adesso si picca di saper programmare le trasmissioni televisive meglio dei registi e dei redattori Rai”. Lo afferma Francesco Pardi, membro IdV della Commissione di vigilanza sul sistema radiotelevisivo pubblico.


“Conoscevamo Gramazio per i suoi trascorsi esuberanti in campo politico – continua Pardi – ma mai ci saremmo aspettati che manifestasse il desiderio di dare indicazioni su come costruire in modo diverso un programma peraltro di successo qual è ‘Chi l’ha visto?’. Gramazio parla addirittura di istigazione a delinquere per il fatto che il pubblico sia stato invitato ad inviare le proprie registrazioni video sugli incidenti dei giorni scorsi a Piazza Navona. Nemmeno una parola, invece, per la tentata irruzione negli studi di via Teulada”.


“Quello di Gramazio è un bell’esempio di trasparenza dell’informazione e democrazia – sostiene il senatore IdV – ma non credo che voler fare il regista televisivo sarebbe compatibile con il suo ruolo politico e parlamentare”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi