Televisione

04 novembre 2008 | 0:00

RAI: MERLO, PERCHE’ SI ATTACCA IL PLURALISMO?

RAI: MERLO, PERCHE’ SI ATTACCA IL PLURALISMO?


(ASCA) – Roma, 4 nov – ”Quello che oggi sta realmente preoccupando e’ il continuo attacco contro una rete della Rai che sarebbe responsabile di diffondere notizie ed informazioni che generano pessimismo ed inquietudine, ovvero Rai Tre. Se c’e’ un dovere, che ne giustifica anche la sua esistenza, per il servizio pubblico e’ quello di non essere il megafono di chi, di volta in volta, e’ al governo. E la terza rete, come del resto tutte le altre, non puo’ essere oggetto di una contestazione quando affronta temi scomodi. Questo e’ il pluralismo che deve caratterizzare un servizio pubblico. Se lo si contesta, o lo si blocca, cessa di essere servizio pubblico e si calpesta lo stesso pluralismo”. Lo scrive in una nota Giorgio Merlo, Pd, presidente di turno della commissione Vigilanza Rai riferendosi alle dichiarazioni del senatore del Pdl Marcello dell’Utri sui giornalisti e l’informazione della Rai.