Editoria

06 novembre 2008 | 0:00

MOTOROLA: RETTORE PROFUMO, TROVARE SOLUZIONE CENTRO TORINO

MOTOROLA: RETTORE PROFUMO, TROVARE SOLUZIONE CENTRO TORINO
 
(AGI) – Torino, 6 nov – “Il Centro Ricerche della Motorola di Torino e’ un patrimonio che non deve essere disperso. Bisogna trovare una soluzione”. E’ la convinzione del rettore del Politecnico di Torino Francesco Profumo che cosi’ ha commentato la notizia della chiusura del Centro Ricerche della Motorola nel capoluogo piemontese dove lavorano 370 addetti. “Il Centro della Motorola e’, per livello di competenza, innovazione e ricerca, uno dei migliori al mondo” ha detto Profumo, ricordando che “gli ultimi 25 telefonini Motorola sono stati progettati in parte o in toto a Torino. E’ un patrimonio da non disperdere e ci stiamo muovendo in questo senso per trovare una soluzione con la stessa Motorola, con gli enti locali, l’Unione Industriale”. A chi gli chiedeva maggiori dettagli su come ci si sta muovendo, Profumo ha risposto: “stiamo lavorando. Ci vuole anche serenita’ per capire, occorre dare un segnale di ottimismo”. Un concetto che, secondo il rettore del Politecnico di Torino, vale anche per l’attuale situazione di crisi economica, particolarmente sentita nel capoluogo piemontese: “non ci si deve spaventare rispetto a questo momento difficile – ha osservato – ci vuole grande attenzione e disponibilita’ da parte tutti ed e’ giusto che gli enti locali, in particolare la regione, intervengano con gli ammortizzatori. Da parte nostra diamo tutta la nostra disponibilita’ per offrire la nostra esperienza di creazione di imprese”.