TLC

06 novembre 2008 | 0:00

TLC: WIND, SLC/CGIL “SIGLATO ACCORDO SECONDO LIVELLO”

TLC: WIND, SLC/CGIL “SIGLATO ACCORDO SECONDO LIVELLO”


ROMA (ITALPRESS) – Si e’ conclusa, dopo una no-stop di due giorni, la trattativa per l’ipotesi di accordo del secondo livello in Wind. “L’ipotesi di accordo rappresenta il raggiungimento di alcuni importanti obiettivi che erano stati alla base della piattaforma e della mobilitazione di settembre”, dichiara Alessandro Genovesi, segretario nazionale Slc/Cgil. “In particolare si da’ una risposta positiva con le stabilizzazioni dei lavoratori a termine e in somministrazione del call center, risolvendo il precariato in azienda – prosegue il sindacalista -.
Soprattutto si interviene sull’organizzazione del lavoro riconoscendo importanti istituti come il turno mamma, la flessibilita’ in ingresso sui ritardi, l’anticipazione della chiusura serale dalle 24 alle 22. Si razionalizzano inoltre le macro fasce orarie su turni e riposi, etc.” “Altro punto importante e’ l’intervento sul benessere dei lavoratori e la conciliazione dei tempi di lavoro con quelli familiari – spiega Genovesi -. Le pause 626 diventano pause retribuite a tutti gli effetti. Si introducono permessi aggiuntivi per l’inserimento al nido e si migliorano le norme aziendali sulle malattie dei figli e delle visite mediche. In materia di inquadramento professionale si riconosce a tutti i lavoratori al quinto livello il diritto di poter passare al sesto, accrescendo le loro capacita’ e conoscenze. Piu’ di 200 sono i passaggi gia’ garantiti”.
“Infine – conclude Genovesi – sulle questioni salariali vi e’ il riconoscimento del buono pasto a 7 euro. Tutti gli istituti legati a reperibilita’ e lavoro programmato sono aumentati del 20% a partire dal 1 gennaio 2009. Il Premio di Risultato aumenta mantenendo inalterati i propri parametri del 17% in quattro anni, arrivando al 2011 a 2.550 euro per un quinto livello. Ora la parola passa ai lavoratori che nelle prossime settimane saranno chiamati ad esprimersi col proprio voto”.