New media

10 novembre 2008 | 0:00

YouTube/ Accordo con Mgm per mettere le pellicole online

YouTube/ Accordo con Mgm per mettere le pellicole online
Dopo programmi tv si allarga il mercato del sito Internet


New York, 10 nov. (Apcom) – A poco più di tre anni dalla sua nascita continua a espandersi il mercato di YouTube, il più famoso sito mondiale per la condivisione di video su Internet.
Secondo quanto riportato dal New York Times il sito controllato da Google annuncerà  oggi un accordo con Metro Goldwin Mayers, che permetterà  di vedere interi film del catalogo della storica casa di produzione cinematografica americana in piena crisi di vendite.


Gli appassionati di film come “I magnifici sette”, “Wargames”, o degli episodi di “007″ potranno così rivedere le intere pellicole senza bisogno di avere i dvd a portata di mano.
L’operazione segna un ulteriore passo avanti di YouTube nella strategia di ampliamento del proprio mercato. Nei mesi scorsi il sito californiano aveva già  siglato infatti intese con le emittenti televisive americane per trasmettere programmi e serie tv accompagnate da brevi spot pubblicitari. In questa direzione YouTube ha introdotto il mese scorso un “pulsante” sulle sue pagine che consente di vedere i video a tutto schermo, in modalità  cinematografica.


La mossa testimonia inoltre il mutamento del mercato cinematografico, sempre più legato a quello di Internet contro cui le case di produzione hanno duramente combattuto negli ultimi anni per difendere i propri diritti a colpi di cause legali da milioni di dollari. Ora però, in vista di nuovi affari, le vecchie pellicole cominciano a scendere a patti con i colossi di Internet. “Vogliamo avere accordi con tutti”, ha spiegato il direttore delle alleanze per i contenuti di YouTube, Jordan Hoffner.


Le grandi case di produzione sono cioè attirate dall’immenso numeri di utenti del sito, che nel solo mese di ottobre è stato visitato da oltre 81 milioni di persone. Tra i prossimi potenziali candidati allo sbarco ufficiale su Internet ci sarebbero anche Time Warner e Sony.