New media

10 novembre 2008 | 0:00

CINA:INTERNET-MANIA, UN “DISTURBO CLINICO” COME L’ALCOLISMO

CINA:INTERNET-MANIA, UN “DISTURBO CLINICO” COME L’ALCOLISMO
 
(AGI/AFP) – Pechino, 10 nov. – La Cina potrebbe diventare il primo Paese a definire la dipendenza da Internet un vero e proprio disordine mentale, al pari dell’alcolismo o della mania del gioco d’azzardo. Il ministero della salute cinese dovrebbe infatti adottare un nuovo manuale sull’Internet-mania, definita ‘Internet Addiction disorder’ da un gruppo di psicologi cinesi dell’Ospedale Generale Militare di Pechino. I sintomi, scrive il quotidiano ufficiale ‘China Daily’, sono la navigazione su Internet per piu’ di 6 ore al giorno (che sostituisce il lavoro o lo studio), la tensione e l’irritazione che si creano nell’utente quando non riesce a connettersi alla rete. I web-maniaci dividono il loro tempo in 5 attivita’ particolari: giochi on-line, visite nelle pagine pornografiche, reti sociali virtuali, acquisti attraverso Internet e navigazione in generale. La Cina ha la popolazione di internauti piu’ grande al mondo, 253 milioni, una quota-record (215 milioni negli Stati Uniti) che continua a crescere parallelamente all’aumento del Pil. Ma secondo gli esperti, il 10 per cento degli utenti che hanno meno di 18 anni (4 milioni di persone circa) sono veri e propri maniaci del web, dediti soprattutto ai giochi on-line. La cura, dicono gli esperti, e’ molto simile a quella dei disturbi di tipo simile: proibire la connessione a Internet e sostituirla con attivita’ in gruppo e occasioni di socializzazione nella vita reale.