New media

12 novembre 2008 | 0:00

INFLUENZA: GOOGLE LA NUOVA FRONTIERA PER MAPPATURA EPIDEMIA

INFLUENZA: GOOGLE LA NUOVA FRONTIERA PER MAPPATURA EPIDEMIA
 
(AGI) – Washington, 12 nov. – La nuova frontiera per il monitoraggio dell’influenza e la previsione dei picchi potrebbe chiamarsi Internet, e in particolare il piu’ grande motore di ricerca del mondo, Google. Negli Stati Uniti, infatti, ha preso il via il servizio Google Flu Trends, che permette di mappare i picchi influenzali in tempi record attraverso un software che monitora le parole cercate dagli utenti. Quando il colosso californiano registra un boom di ricerche per parole chiave come “termometro”, “sintomi influenzali”, “dolori muscolari”, e’ assai probabile che si stia avvicinando un picco influenzale, e Google afferma di poterlo prevedere con due settimane di anticipo rispetto al Cdc, il centro pubblico di controllo delle malattie negli Stati Uniti. “Abbiamo constatato che c’e’ un rapporto molto stretto tra la frequenza di tali ricerche e il numero di persone che sono ammalate di influenza ogni settimana”, spiega lo staff di Google in una nota sul suo blog ufficiale. nella fase di test, il motore di ricerca ha confrontato i suoi dati con quelli ufficiali del Cdc, riscontrando una correlazione tra le due tabelle. Il nuovo software, avvertono i programmatori di Google, “e’ ancora in fase sperimentale, ma potrebbe essere un utile strumento per prevenire la diffusione di altre malattie. Con il nostro sistema possiamo fornire stime attendibili sull’epidemia ogni giorno, una novita’ importante per gli epidemiologi perche’ l’individuazione precoce di un focolaio puo’ ridurre il numero di persone colpite”.