Editoria

14 novembre 2008 | 0:00

Class E.: ricavi totali 9 mesi salgono a 95 mln (+12,8% a/a)

Class E.: ricavi totali 9 mesi salgono a 95 mln (+12,8% a/a)


MILANO (MF-DJ)–Il Cda di Class E., societa’ che insieme a Dow Jones & Co controlla questa agenzia, si e’ riunito oggi, sotto la presidenza di Victor Uckmar, per esaminare l’attivita’ della casa editrice e i risultati consolidati relativi ai primi nove mesi e al terzo trimestre dell’anno.


I ricavi totali nei primi nove mesi sono stati pari a 95 mln euro, in aumento del 12,8% rispetto all’anno precedente. L’andamento e’ principalmente attribuibile al consolidamento della societa’ Honyvem spa, ora MF Honyvem; a parita’ di perimetro di consolidamento i ricavi sono sostanzialmente in linea con lo stesso periodo del 2007 (-0,3%). La crisi economica che ha colpito i mercati internazionali ha determinato cali molto marcati nel settore degli investimenti pubblicitari e nelle vendite in edicola, che si sono fatti sentire in particolare nel periodo estivo, incluso settembre.


Il margine operativo lordo (Ebitda) e’ ammontato a 4,7 mln euro (6,7 mln euro nel 2007). Il risultato e’ stato determinato dalla crescita dei costi operativi, legata principalmente al consolidamento di Honyvem e, per il residuo, dall’aumento dei costi di produzione e distribuzione, dal rincaro dei costi delle materie prime, oltre che dalla crescente produzione di contenuti di elevata qualita’ per le pubblicazioni e per i tre canali televisivi della casa editrice. Il risultato operativo di gruppo (Ebit) e’ stato negativo per 1,3 mln euro (+1,4 mln euro nel 2007); il risultato ante imposte consolidato di competenza del gruppo e’ stato negativo per 1,4 mln euro (+1,6 mln euro l’anno precedente).


La posizione finanziaria netta consolidata presenta un indebitamento netto pari a 35,9 mln euro (12,7 mln euro al 31 dicembre 2007), imputabile ad operazioni straordinarie quali l’acquisizione della societa’ Honyvem spa. La parte rimanente di crescita dell’indebitamento e’ dovuta al ritardo di rimborsi da parte dello Stato per circa 5 mln euro, per altro pervenuti ai primi di ottobre.


La casa editrice si e’ confermata leader nel segmento di riferimento dei periodici maschili, nonostante le difficolta’ esistenti nel mercato della carta stampata, con Class, che nel periodo ha diffuso circa 76.500 copie (media mobile), Capital, che ha diffuso 87.800 copie (media mobile), e con Gentleman, sempre leader per raccolta pubblicitaria. MF/Milano Finanza ha registrato una diffusione media del periodo di 103.600 copie (media mobile). Da marzo e’ in edicola Luna&Gentleman Matrimoni, il nuovo magazine di Class E. nato per rendere omaggio al giorno piu’ bello e importante della coppia. Luna&Gentleman Matrimoni, che nasce dall’esperienza che Class E. ha sviluppato con LUNA, il mensile per le donne che amano scegliere, e Gentleman, il primo mensile per gli uomini che amano la vita, e’ diventato subito il magazine di riferimento nel suo settore.


In gennaio la casa editrice ha acquistato l’intero capitale di Honyvem spa (www.honyvem.it), societa’ con sede a Brescia che opera da 30 anni nel settore delle banche dati e della business information. Honyvem e’ l’unica societa’ operante nel settore della business information a disporre, come il leader Cerved, direttamente e originariamente dei 900 mila bilanci delle societa’ di capitale in formato digitale e non ottico, con un database fondamentale non solo per la valutazione di merito del credito, ma anche per tutte le operazioni di marketing, settore per settore.


La crisi dei mercati finanziari e la conseguente necessita’ dei risparmiatori di un’informazione in tempo reale affidabile e di qualita’ si sono tradotti in un forte incremento del traffico dei siti della casa editrice, che il 14 ottobre hanno toccato il picco di 1,9 mln di pagine viste (dati Audiweb), con circa 60 mila browser unici e 98 mila visite, con incrementi superiori al 100% rispetto alla fine del mese di settembre. Successivamente alla chiusura del trimestre, sono state definite la cessione della quota detenuta nella societa’ New Satellite Radio s.r.l. alla controllante, con diritto di riscatto, per un valore di 2,04 mln euro, e l’acquisto dalla stessa di una quota del 3,8% della collegata Italia Oggi Editori Erinne s.r.l., per un valore di 2,2 mln euro.


Dall’unione di Class Click, concessionaria dei media digitali di Class E., e Telesia Pubblicita’, prima concessionaria del Paese nella raccolta della pubblicita’ sulla tv out door, anch’essa consolidata dalla casa editrice, e’ nata Classpi Digital. E’ la prima concessionaria pubblicitaria che puo’ offrire agli investitori l’utilizzo contemporaneo e integrato di tutte le piattaforme digitali disponibili, in casa e fuori casa, con ben cinque canali televisivi unici: Class CNBC, primo canale globale finanziario, la cui audience e’ piu’ che raddoppiata negli ultimi due mesi, in onda sul satellite di Sky, sulla IpTv Alice Tv, e sul sito web www.yalp.it di Telecom I.; Class News, la prima all news del digitale terrestre, in onda anche sulla IpTv Alice e in streaming sul portale di Telecom I.; Class Life, il primo canale di life style italiano, 24 ore su 24 sulla IpTv Alice Tv e in orari differenziati e nel fine settimana su Class CNBC e Class News; Class Telesia, la prima televisione out-door in Italia, in onda sulle metropolitane di Milano e di Roma e sugli schermi di tutti i principali aeroporti italiani.


Con la nascita di Classpi Digital la casa editrice offre al mercato il piu’ moderno sistema di investimento in comunicazione visiva: piu’ di 2,5 milioni di spettatori al giorno, colti sia quando sono seduti che quando sono in movimento, interpretando la piu’ moderna concezione di seguire i target durante tutta la giornata, aumentando in maniera unica la frequenza e l’efficacia delle comunicazioni pubblicitarie. L’andamento dell’ultimo trimestre sara’ condizionato dalla situazione economica del mercato. Le difficolta’ riscontrate nel settore pubblicitario e la recente crisi di quello bancario e di quello del risparmio gestito, che conta importanti clienti per la casa editrice, si riflettono sull’andamento dei conti. Sono in corso di valutazione e di attuazione tutte le possibili manovre di contenimento di costi per limitare al massimo gli effetti negativi della crisi economica che deprime i mercati. com/red