RAI: GASPARRI, CONTRO VILLARI INTIMIDAZIONI SCONCERTANTI

RAI: GASPARRI, CONTRO VILLARI INTIMIDAZIONI SCONCERTANTI


(AGI) – Roma, 14 nov. – “Sono sconcertanti le intimidazioni partitocratriche che abbiamo letto in queste ore nei confronti del senatore Villari. Si e’ rispettata una prassi parlamentare che vede un esponente delle minoranze alla guida della Commissione parlamentare di Vigilanza”. Lo afferma in una nota il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, secondo il quale “non vedo che altro si debba dire. Peraltro, come rilevano alcuni commenti giornalistici attenti, la conclusione di ieri era stata da tempo annunciata. Lo sanno i capigruppo con i quali ci siamo confrontati e lo sanno numerosi colleghi delle minoranze con i quali abbiamo piu’ volte e tranquillamente parlato di questa vicenda. Una vicenda che si e’ svolta tutta in ambito parlamentare, senza alcuna interferenza governativa. Chi cerca ‘mandanti’ fuori dal Parlamento sbaglia. Non ci sono ‘mandanti’ e non ci sono ‘congiure’. Abbiamo sempre detto cosa pensavamo pubblicamente e privatamente. Meraviglia, quindi – aggiunge – questo insorgere da parte di alcuni gruppi parlamentari che, evidentemente, ed anche sui muri di Roma ce ne siamo accorti, hanno deciso di appesantire il clima politico con aggressioni che si rivolgono ad esponenti della maggioranza, e ora perfino esponenti della stessa minoranza. Si rispetti una decisione avvenuta alla luce del sole in ambito parlamentare, con consensi trasversali, perche’ i numeri dimostrano che l’elezione di Villari e’ arrivata con un concorso ampio di forze. Nonostante la costrizione imposta dai membri del centrosinistra di uscire dalla cabina di votazione con la scheda aperta. Segnalo ai presidenti di Camera e Senato la gravissima denuncia venuta dall’onorevole Beltrandi. Perche’ non e’ accettabile che nel Parlamento si usino gli stessi metodi stalinisti che abbiamo visto nelle affissioni sui muri della Capitale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi