TLC

14 novembre 2008 | 0:00

Telefonica/ Utili III trim. in calo del 50%, a 2,003 mld

Telefonica/ Utili III trim. in calo del 50%, a 2,003 mld


Sui primi 9 mesi -28,7%. Confermati obiettivi finanziari 2008


Madrid, 14 nov. (Apcom) – Risultati in calo per Telefonica: il gigante spagnolo delle telecomunicazioni ha comunicato oggi utili netti per il periodo gennaio-settembre 2008 di 5,59 miliardi, un calo del 28,7% rispetto allo stesso periodo del 2007. La compagnia ha sottolineato che – senza le plusvalenze della vendita di Airwave ed Endemol, che nel 2007 le apportarono 2 miliardi, il risultato sarebbe in crescita del 23,5%.


Anche per quanto riguarda in particolare il terzo trimestre dell’anno, i conti sono al ribasso, e mostrano che la tendenza si sta consolidando: fra luglio e settembre del 2008, la società  presieduta da Cesar Alierta ha riportato un utile di 2,003 miliardi, contro i 4,018 dello stesso periodo dell’anno scorso: un calo del 50,1%.


Nonostante tutto, la società  iberica che detiene indirettamente il 10,4% di Telecom Italia ha insistito sul fatto che “in un contesto operativo più complesso, per un trimestre in più, i solidi risultati economico-finanziari della compagnia e la sua forza finanziaria confermano un posizionamento differenziale di Telefonica in un settore difensivo e permettono di reiterare tutti gli obiettivi finanziari annunciati per l’esercizio 2008″.


Clienti in aumento del 15,2% su nove mesi, fatturato +2,7%


Madrid, 14 nov. (Apcom) – Il fatturato di Telefonica sui primi nove mesi sono cresciuti del 2,7%, portandosi a 43,14 miliardi, il risultato operativo al lordo di deprezzamenti e ammortizzamenti (Oibda) è calato del 6,7% a 17,02 miliardi e il risultato operativo (Oi) è sceso del 9,2% a 10,22 miliardi.


Il fatturato del terzo trimestre è cresciuto del 5,7% a 14,99 miliardi, mentre l’Oibda è calato del 15,4% a 5,9 miliardi e l’Oi del 23,1% a 3,62 miliardi.


I primi nove mesi dell’anno sono stati chiusi dall’operatore spagnolo con un totale di 252 milioni di clienti, il 15,2% in più rispetto al settembre del 2007, ripartiti fra telefonia mobile (+19%), banda larga (+24,5%) e televisione a pagamento (+54%).
Telefonica ha ribadito l’obiettivo di aumentare “progressivamente” il dividendo per azione nei prossimi esercizi, partendo dalla base di un euro per azione nell’esercizio 2008. Il gruppo ha anche ricordato la decisione di estendere del 50% il suo programma di buyback di azioni, aggiungendo 50 milioni di azioni ai 100 milioni già  riacquistati.


Negli allegati dei risultati presentati oggi, Telefonica ricorda come lo scorso marzo Telco abbia acquistato 121,5 milioni di azioni di Telecom Italia, aumentando la sua quota fino al 24,5%.
“In questo modo il gruppo Telefonica possiede in modo indiretto il 10,4% dei diritti di voto di Telecom Italia e il 7,1% dei diritti economici”. Telco, si precisa, “si incorpora negli estratti finanziari consolidati del gruppo Telefonica con il metodo della messa in equivalenza”.