TV: IL PUBBLICO PRODUTTORE, ALLE GIORANTE EUROPEE DEL CINEMA

TV: IL PUBBLICO PRODUTTORE, ALLE GIORANTE EUROPEE DEL CINEMA


(ANSA) – TORINO, 18 NOV – Il pubblico che si fa protagonista, e attraverso le nuove tecnologie produce contenuti televisivi, è al centro del dibattito ‘New Media, new models’, che ha aperto oggi a Torino i lavori della sesta edizione delle Giornate Europee del Cinema e dell’Audiovisivo. “Canali di comunicazione non tradizionali come siti web, blog e Facebook sono ottimi strumenti per attrarre e coinvolgere il pubblico”, ha affermato Daniel Mc Vicar, ex attore di ‘Beautiful’ e fondatore della casa di produzione Magmawave, che ha sede a Los Angeles e Torino. Ma la fidelizzazione dello spettatore non è l’unico fine dei nuovi media applicati alla televisione: Current Tv, creata da Al Gore nel 2005 come network mondiale che approfondisce notizie integrando il mezzo televisivo e internet, è oggi uno dei principali canali mondiali ‘viewer created’. I contenuti video, infatti, “Possono essere creati e trasmessi alla redazione dagli spettatori, per un compenso dai 200 ai 1.000 euro”, ha spiegato il presentatore del network Davide Scalenghe.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi