Editoria

18 novembre 2008 | 0:00

Editoria/ Murdoch crede all’avvenire dei giornali

Editoria/ Murdoch crede all’avvenire dei giornali

L’informazione on-line è un gigantesco nuovo mercato


Sydney, 18 nov. (Ap) – Il magnate dei media Rupert Murdoch ritiene che i pessimisti che credono che internet ucciderà  la stampa quotidiana sono dei “cinici sconvolti” che non vedono come l’informazione on-line sia un gigantesco nuovo mercato per i consumatori affamati d’informazione.


I giornali statunitensi e degli altri paesi sono costretti a ripensare il loro modello economico a mano a mano che sempre più gente cercherà  direttamente l’informazione su internet e che gli inserzionisti seguiranno il flusso, privando la stampa su carta di risorse.


Il magnate australiano ha dichiarato domenica scorsa in un discorso sul futuro dei giornali che internet è un campo di opportunità . Secondo Murdoch, “troppi giornalisti appaiono gustare un piacere perverso nel rimuginare sulla loro prossima fine” ha detto nel discorso pronunciato negli Stati Uniti e diffuso dalla rete televisiva australiana Abc.


“Contrariamente ai catastrofisti, io sono certo che i giornali raggiungeranno nuove vette” nel ventunesimo secolo, perchè “la gente è più affamata che mai di notizie” ha detto Murdoch, che ha rincarato su certi giornalisti che compiangono la loro sorte e “sono troppo occupati a scrivere il loro necrologio per essere eccitati dall’opportunità ”.