Televisione

20 novembre 2008 | 0:00

TV: SCHERI, FICTION MEDIASET ORA ANCHE ALL’ESTERO

TV: SCHERI, FICTION MEDIASET ORA ANCHE ALL’ESTERO


(ANSA) – SANTA FE, 20 NOV – “Doc West è l’esempio di un recupero di un genere dimenticato al cinema italiano che valeva la pena riscoprire e reinventare per il pubblico di oggi”. A parlare è Giancarlo Scheri, direttore del settore Fiction di Mediaset, che spiega come i due film per la tv che usciranno nella primavera del 2009 e che raccontano le avventure del dottore dell’West interpretato da Terence Hill, fanno parte di un più ampio progetto delle reti Mediaset per la realizzazione di prodotti adatti, non più solo al mercato italiano, ma all’esportazione all’estero. “Doc West è girato in inglese proprio per venire incontro a questa esigenza”. Le stesse ambizioni internazionali sono riposte su un altro progetto, prodotto da Mediaset, Four Single Fathers, sceneggiato da Gabriele Muccino e interpretato fra gli altri da Alessandro Gassman e Francesco Quinn, anche questo in uscita in Italia nel 2009. “Si tratta di una romantic comedy – prosegue Scheri – un genere in linea con il mercato internazionale. Per questo abbiamo girato a New York. Il nostro primo pensiero è la programmazione sulle nostre reti ma quello che vogliamo fare è essere propositivi anche su altri mercati”. Pare che la formula funzioni perché per Doc West il mercato é già  aperto: “Stiamo stringendo accordi con gli americani e in generale con i paesi di lingua inglese ma c’é un notevole interesse anche da parte di francesi, tedeschi e spagnoli. Sulla scommessa che Doc West riapre, nei confronti del genere west, Scheri dice: “Siamo partiti con due film proprio per testare la reazione del pubblico. Se Doc West funzionerà  diventerà  una serie. Stiamo tentando di riaprire una porta. E’ il recupero di un genere dimenticato ma che ha fatto grande il cinema italiano. Per farlo abbiamo preteso il meglio: Terence Hill è garanzia di credibilità , popolarità  e qualità ”.