PUBBLICITA’ INGANNEVOLE: TELECOM, ACCOLTO RICORSO TELE2

PUBBLICITA’ INGANNEVOLE: TELECOM, ACCOLTO RICORSO TELE2


(AGI) – Roma, 26 nov. – Telecom non puo’ presentarel’offerta Alice come “senza canone” se poi esiste un costo fisso per i clienti di oltre 40 euro al mese: questa, in sintesi, la pronuncia dello Iap, l’istituto di autodisciplina pubblicitaria sulla campagna Telecom Alice Casa senza canone, in risposta a un ricorso avanzato da Tele2. In particolare, la campagna e` stata ritenuta ingannevole (in contrasto con l’art. 2 del Codice) per l’ambiguita` voluta del claim “Senza canone” nella parte in cui non e` chiaro che tale espressione si riferisce al canone Telecom tradizionale e non ad altri costi fissi mensili previsti dall’offerta (42 euro/mese, 49 euro/mese con la tv).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci