New media

26 novembre 2008 | 0:00

INTERNET: FA “SPAM” SU FACEBOOK, DEVE PAGARE 873 MLN DOLLARI

INTERNET: FA “SPAM” SU FACEBOOK, DEVE PAGARE 873 MLN DOLLARI


(AGI) – Roma, 26 nov. – Aveva inondato il sito del noto social network Facebook con milioni di messaggi a carattere pubblicitario, e per questo motivo uno spammer canadese si e’ visto infliggere una multa di ben 873 milioni di dollari da un tribunale Usa. E’ certamente la sanzione piu’ alta nella storia degli ‘spam’ (letteralmente e’ l’invio di grandi quantita’ di messaggi indesiderati, generalmente commerciali) che supera il record precedente di 230 milioni di dollari a favore di MySpace. In tre mesi, l’utente di Facebook – un hacker canadese – aveva tentato di promuovere i prodotti venduti dalla sua azienda nonche’ di propagandare l’uso di marijuana, sfruttando il canale di accesso di Facebook. Ma la societa’ fondata da Mark Zucherberg, 120 milioni di utenti in tutto il mondo, ha denunciato il pirata informatico e i giudici gli hanno dato ragione. E per una vittoria ‘incassata’, Facebook deve fronteggiare invece la delusione per il fallimento delle trattative per l’acquisizione di Twitter, una stella nascente del social networking con un portafoglio di oltre 5 milioni di iscritti. Secondo il Financial Times, in un articolo pubblicato ieri, l’offerta di Facebook riguardava 500 milioni di azioni proprie. Ma secondo indiscrezioni, rilevate sui siti web americani, Twitter avrebbe risposto ‘picche’ perche’ non avrebbe avuto fiducia nell’offerta.