CINEMA: ‘LE GIORNATE’ PROFESSIONALI A SORRENTO PER 3 ANNI

CINEMA: ‘LE GIORNATE’ PROFESSIONALI A SORRENTO PER 3 ANNI


(ASCA) – Napoli, 28 nov – Le ‘giornate professionali di cinema’ si terranno sicuramente a Sorrento fino al 2010. L’accordo, raggiunto pochi giorni fa, e’ stato reso noto nel corso di una conferenza stampa per la presentazione della 31* edizione della manifestazione che si terra’ a Sorrento dal 1* al 5* dicembre prossimi. Organizzata dall’Anec (Associazione nazionale esercenti cinema), dall’Anem (Associazione nazionale esercenti multiplex) e dall’Anica (Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e multimediali), l’appuntamento per i professionisti del cinema si apre quest’anno, per la prima volta, alla cittadinanza e ai turisti. Grazie, infatti, all’impegno del ministero per i Beni e delle Attivita’ culturali, della Regione Campania, della Fondazione e del comune di Sorrento, della Film Commission Regione Campania, le anteprime cinematografiche del 2009 saranno aperte al pubblico superando la ‘barriera’ degli addetti ai lavori, impegnati annualmente. L”apertura’ a cittadini e turisti sara’ possibile grazie a ulteriori contributi del Mibac (130mila euro) e della Fondazione Sorrento (100 mila euro). A quest’ultima dovrebbe andare il contributo della regione Campania. L’altra, significativa, novita’ della 31* edizione e’ l’immagine, con tanto di logo che – si spera – diventi permanente. L’immagine proietta una particolare prospettiva del Vesuvio fotografata dall’Hilton Sorrento Palace, opera di Carlo Alfaro e poi ritoccata col digitale. ”Le Giornate” riassumono l’idea del confronto fra tutti gli ‘attori’ dell’industria cinematografica italiana. Presenti, alla conferenza stampa Luigi Grispello, il vicepresidente nazionale Agis e presidente dell’Unione Agis Campania, Gino Zagari, in rappresentanza di Anica/Anem, Marco Fiorentino, sindaco di Sorrento, Maurizio Gemma della Film Commission Regione Campania, Remigio Truocchio, responsabile organizzativo de ‘Le Giornate’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo