CRISI: DL; GENTILONI, TASSA CONTRO SKY FAVORISCE MEDIASET

CRISI: DL; GENTILONI, TASSA CONTRO SKY FAVORISCE MEDIASET
 
(ANSA) – ROMA, 29 NOV – “Il raddoppio dell’Iva per la tv a pagamento inserito a 
sorpresa nel decreto anti crisi del governo ha tutta l’aria di un blitz contro 
Sky, il principale concorrente privato di Mediaset”. A dichiararlo è Paolo 
Gentiloni, responsabile comunicazione Pd. “L’azienda di proprietà  della 
famiglia Berlusconi non è infatti coinvolta dall’aumento visto che la norma del 
1995 abrogata ieri riguarda solo la tv via satellite e via cavo. L’eventuale 
coinvolgimento di Mediaset, lamentato dall’azienda di Cologno ieri a tarda sera 
– continua Gentiloni -, sarebbe comunque insignificante perché relativo 
soltanto non alle carte prepagate del calcio ma agli abbonamenti mensili per 
alcuni canali digitali. In pratica, anche se fosse vero questo coinvolgimento, 
sarebbe infinitesimale. In ogni caso sarebbe molto grave che ad essere colpiti 
dal blitz governativo fossero alla fine i quasi 5 milioni di abbonati a Sky. 
Nei prossimi giorni ci rivolgeremo alle autorità  di garanzia per verificare se 
la norma anti Sky non è un caso classico di quel ‘sostegno privilegiato’ 
all’azienda di proprietà  di Berlusconi che è vietato anche dalla nostra blanda 
normativa sul conflitto di interessi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi