Radio – Radio 24. Sintonizzata su donne e giovani

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 365, Setttembre 2006, di ‘Prima’


Raggiunta in forte anticipo sulle previsioni la quota di un milione 700mila ascoltatori al giorno, Radio 24 prepara il campo al prossimo traguardo di audience: due milioni entro metà  del prossimo anno da conquistare lavorando soprattutto sulla programmazione del weekend e sull’appeal verso donne e giovani.
Per sintonizzarsi su queste due fasce di ascoltatori il network news & talk diretto da Giancarlo Santalmassi dall’11 settembre diversifica e alleggerisce la proposta editoriale introducendo programmi come il contenitore ‘Domenica 24’ di Giampaolo Musumeci e Emanuela Pesando, ‘Viaggio in Italia’ di Gigi Donelli, ‘Era mio padre’ di Anna Migliorati, ‘Il navigatore’ di Francesca Francone Maitreya e Daniela De Pedrini, ‘Sua Eccellenza’ di Giuliano da Empoli e ‘Formichine’ di Paolo Messa.
Il nuovo corso ‘informazione e passione’ impresso da Santalmassi all’inizio dell’anno ha migliorato la fluidità  del palinsesto e la tempestività  dei servizi di informazione e introdotto significativi elementi di musicalità  (curati da Giorgio Bacco). Un lavoro che nell’ultima rilevazione Audiradio ha prodotto il picco storico di audience di 1 milione 763mila ascoltatori, con un incremento del 12,8% rispetto allo stesso periodo del 2005. “Se guardiamo i dati dei soli giorni lavorativi abbiamo già  raggiunto i due milioni di ascoltatori”, dice l’amministratore delegato di Radio 24, Roberta Lai, “ora concentriamo i nostri sforzi editoriali sul weekend per cercare di essere più attrattivi verso donne e giovani, il target a cui la concessionaria di pubblicità  ci aveva chiesto di avvicinarci”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’