Case editrici – Condé Nast. Ruosi al posto di Zanaboni

L’articolo riprodotto su Primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 365, Setttembre 2006, di ‘Prima’


Negli ultimi due anni ha vissuto il momento d’oro di Condé Nast, quello del grande successo di Vanity Fair e, come direttore generale dei periodici consumer, ha portato a casa incrementi di fatturato che vanno dal 20% del 2005 al 13% previsto per quest’anno. Ora però Raimondo Zanaboni ha accettato l’offerta di Antonello Perricone di passare alla Rcs Pubblicità , la concessionaria guidata da Flavio Biondi, come direttore generale (vedi pagg. 78-79).
Al suo posto Giampaolo Grandi, presidente e amministratore delegato di Condé Nast, ha promosso Romano Ruosi, che nella squadra di Zanaboni dal 2005 era direttore centrale pubblicità . Entrato in Condé Nast nel 2003 come publisher di Glamour, passato con lo stesso incarico l’anno successivo a Vanity Fair, Ruosi, 45 anni, ha iniziato la carriera a Publitalia; quindi è stato dieci anni in Mondadori Pubblicità , diventando responsabile dei mercati moda e cosmesi; nel 2000 è passato alla Manzoni, la concessionaria del Gruppo Editoriale L’Espresso, inizialmente come responsabile dell’area clienti della Lombardia e in seguito dei Key client.
Il 4 settembre è inoltre arrivato in Condé Nast Gianluca Ferrauto, nuovo direttore generale della divisione Bridal & trade che pubblica i periodici dedicati alla sposa e gli specializzati. Sostituisce Luca Librenti, passato all’incarico di publisher di Vanity Fair.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale