Agenzie di stampa – Ansamed. Diplomaziona nel Mediterraneo

L’articolo riprodotto su www.primaonline.it è un estratto di quello pubblicato nel numero 356, Novembre 2005, di  ‘Prima Comunicazione’


Non voleva essere, né è stata una celebrazione di retorica meridionalistica, ma piuttosto un’occasione per mettere a punto obiettivi, ragionare sulle difficoltà , razionalizzare le risorse e aggiungere nuovi protagonisti al tavolo di una partita – quella che si gioca nel Mediterraneo – in cui il nostro Paese ha un ruolo non secondario. Con questo spirito l’agenzia internazionale AnsaMed ha organizzato il 26 ottobre a Napoli un convegno di due giorni su ‘valore e valori dei beni culturali’ tirando le somme di un esperimento editoriale a dir poco insolito. “La creatura comincia a dare le prime soddisfazioni”, dice convinto Pierluigi Magnaschi, direttore dell’Ansa, riferendosi ad AnsaMed che ha visto la luce un anno e mezzo fa e che ora inizia a esprimere interessanti potenzialità . “È che i Paesi della zona mediterranea”, spiega Magnaschi, “guardano con diffidenza la manona anglo-americana e con sospetto la manina francese. Sul campo restiamo noi e gli spagnoli. Ma Madrid ha scelto di concentrarsi sul Sud America e l’Italia resta pressoché incontrastata sul campo delle iniziative culturali, politiche, economiche e comunicative”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’