Rubriche – Nuovi media. Al via le tivù Adsl di Telecom e Wind

(Prima Comunicazione – numero 351 – Maggio 2005) Partiranno in estate le prime tivù via Adsl previste da Telecom Italia e da Wind, la società  di telecomunicazioni dell’Enel il cui controllo sta per essere ceduto a Naguib Sawiris di Orascom. Durante il Telecom Day del 12 aprile, Riccardo Ruggiero, amministratore delegato di Telecom Italia, ha annunciato che entro il 2007 la società  collegherà  circa 10 milioni di famiglie in banda larga via Adsl: è previsto che circa un terzo di queste potrà  ricevere i servizi di IpTv (la televisione con standard Internet) non solo da computer ma anche sullo schermo della tivù grazie a un set-top-box (o decoder). A giugno la IpTv di Telecom verrà  offerta in quattro città  italiane: Roma, Milano, Palermo, Bologna; entro la fine dell’anno raggiungerà  altre 17 città  (con una copertura potenziale del 20% circa delle famiglie italiane) e sarà  disponibile anche un set-top-box integrato per vedere sia la tivù via Adsl sia quella digitale terrestre; infine negli anni successivi verrà  gradualmente ampliata la copertura. Telecom Italia offrirà  servizi di video on demand, cioè film e calcio; l’offerta si baserà  sostanzialmente sull’estensione all’apparecchio tivù dei servizi che passano attraverso il portale Rosso Alice. Telecom non offrirà  invece canali tivù.  Wind prevede al contrario di iniziare la sperimentazione offrendo circa 150 canali televisivi, anche se non in esclusiva. Nel 2006 Wind comincerà  a offrire anche servizi di video on demand. Entro il 2008 conta di avere tra 1,5 e 2 milioni di clienti a banda larga, dei quali più del 30% avrà  la tivù a pagamento. L’obiettivo è di lanciare la nuova tivù in circa 20 città  per l’inizio del campionato del prossimo settembre. L’investimento stimato per la copertura di rete è di qualche centinaio di milioni di euro. Naturalmente il piano di roll out dovrà  essere approvato dal nuovo azionista egiziano.

_______________________
Nella foto, Tommaso Pompei,
amministratore delegato di Wind

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’