Scelte del mese

17 dicembre 2008 | 0:00

Radio – Radio 101. La carica sul network di Borra

La vicenda giudiziaria che ha messo in ginocchio Angelo Borra ha aperto uno squarcio nel business radiofonico cristallizzato da oltre un decennio in un sistema che, in attesa della rivoluzione annunciata dal ddl Gasparri, fissa rigidamente il numero delle concessioni nazionali. Agli editori in cerca di uno sbocco radiofonico non è parso vero di potersi accaparrare a prezzi di vendita fallimentare una concessione nazionale e un corredo di circa 170 frequenze. Si sono fatti avanti in molti con offerte esplicite o attraverso la mediazione di studi professionali. Tra i nomi che girano con maggiore insistenza ci sono i prevedibili Rcs MediaGroup, Finelco (il gruppo proprietario di 105 e Rmc) e Rds e gli outsider Caltagirone (insieme all’editore Loriano Bessi, proprietario di Radio Cuore), Elemedia e Mondadori. Cairo Communication, dopo alcune verifiche, ha preferito non partecipare alla partita. Il gruppo guidato da Maurizio Romiti, interessato da tempo al network di Borra, ha ancora in mano il progetto di ‘Radio Gazzetta dello Sport’. Nel marzo scorso, in vista di un accordo con Rcs, lo stesso Borra ha chiesto a un noto consulente di preparare una valutazione del suo gruppo composto, oltre che da Radio 101, anche dall’emittente locale Rock Fm, da circa 170 frequenze sparse sul territorio nazionale, dagli studi milanesi di piazza Repubblica e da una delle due autorizzazioni a ripetere una stazione estera concesse per l’Italia. Quest’ultima, che fa capo alla società  sammarinese Gbr di Borra, potrebbe essere sfruttata come ha fatto finora Finelco, titolare dell’altra autorizzazione, per trasmettere Rmc. La valutazione del gruppo, preparata dal consulente a fine marzo e girata a Rcs, è stata di 61 milioni di euro. A questa sarebbe seguita una controproposta della holding di via Solferino intorno ai 47 milioni a cui non è stato dato seguito. È probabile che proprio la cifra rilanciata da Rcs possa essere la base di partenza per la valutazione delle offerte pervenute agli amministratori.

___________________
Nella foto,
Angelo Borra