Scelte del mese

17 dicembre 2008 | 0:00

Personaggi – Carlo Fornaro. Vodafone Italia: diversi facendo del bene

Omnitel (che adesso dopo la vendita agli inglesi si chiama Vodafone Italia) è un’azienda diversa, una specie di anomalia nel panorama italiano. E Fornaro ci tiene a sottolinearlo in tutti i modi. Perché è direttore della Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali certo, ma anche perché, in un certo senso, non ha ancora finito di stupirsi lui stesso di questa diversità . È una filosofia aziendale che ha innestato su un’impresa giovane come era Omnitel lo stile e le regole di un grande gruppo multinazionale con solide basi anglosassoni. Un cocktail di cui Fornaro, 43enne novarese trapiantato a Roma, in Vodafone dal 1998 dopo un passato in Rai, Sip, Telecom Italia e Tim, si proclama entusiasta. Con una punta di anglofilia. Almeno per quel che riguarda stile e valori aziendali. “Uno dei più grossi vantaggi di essere diventati parte di un grande gruppo internazionale, e non culturalmente italiano ma anglosassone, è stato quello di avere integrato il nostro sistema di valori allargandone le prospettive”, spiega Fornaro. “Noi lo avevamo già  dall’inizio come Omnitel, perché questa azienda era nata con un’idea molto chiara di che cosa voleva essere sul mercato, e come. Venendo da Telecom Italia e Tim, qui ho potuto notare la grande differenza tra un’azienda che aveva cento anni e una che ne aveva cinque”. Di questa differenza, Fornaro sembra poter parlare per ore. C’è la ‘cultura dell’ascolto’ in azienda, dove tutte le porte sono sempre aperte, e ogni dipendente è chiamato a partecipare ai valori e alle strategie. Ci sono i rapporti con i clienti “che ci danno lo stipendio”, versione radicale e sofisticata del vecchio adagio “il cliente ha sempre ragione”, che porta a modificare qualsiasi regola e procedura se crea problemi all’utente finale. Ma soprattutto, ed è la cosa più interessante, c’è il fortissimo accento sul ‘mondo intorno a noi’: la cosiddetta ‘corporate social responsibility’, l’impegno per lo sviluppo sostenibile, per le attività  sociali e la solidarietà . Cose forse non del tutto nuove, ma non certo acquisite nel panorama imprenditoriale italiano. E comunque non con il peso specifico che gli attribuisce Vodafone. Vodafone ha deciso di creare una Fondazione (di cui Fornaro è segretario generale e Caterina Torcia responsabile operativo), per avere una struttura autonoma completamente dedicata ad attività  di servizio e di solidarietà  sociale.

____________________
Nella foto, Carlo Fornaro