Scelte del mese

17 dicembre 2008 | 0:00

Associazioni – Osservatorio giovani-editori. 700mila studenti

Ormai sono un piccolo esercito gli studenti delle medie superiori che partecipano a ‘Quotidiano in classe’: 746mila ragazzi nel 2003, su una popolazione scolastica di 2 milioni e 900mila, leggono, una volta alla settimana, insieme ai loro insegnanti un giornale nazionale e uno locale per cercare di capire come gira il mondo. L’iniziativa messa in piedi da Andrea Ceccherini, un trentenne toscano con il bernoccolo della politica e delle relazioni pubbliche, insieme a tre importanti editori – Cesare Romiti, presidente della Rcs Quotidiani, Adalberto Guidi, presidente dell’Editoriale Il Sole 24 Ore, e Andrea Riffeser, amministratore delegato della Poligrafici Editoriale – sotto l’insegna dell’ Osservatorio permanente giovani – editori, oltre a coinvolgere 19mila insegnanti per 28.722 classi ha conquistato l’interesse di molti quotidiani (Tempo, Gazzetta del Sud, Unione Sarda, Adige, Arena, Giornale di Vicenza e Bresciaoggi) che partecipano fornendo nelle loro piazze di diffusione i giornali alle scuole interessate. Segno dei meriti dell’iniziativa ‘Quotidiano in classe’ viene dal fronte delle fondazioni bancarie. Infatti importanti nomi, come Fondazione Cariplo, Monte dei Paschi, Cariverona, Banca nazionale delle comunicazioni, Ente Cassa di risparmio di Firenze, hanno deciso di supportare economicamente lo sforzo di educare i giovani alla lettura.

________________________
Nella foto,
Andrea Ceccherini, a sinistra, con Andrea Monti Riffeser (foto Imagoeconomica).