Fabrizio Maffei – Da direttore a disposizione a direttore di Rai Spo

All’ex direttore di Rai Sport, Paolo Francia, resta la guida del Dipartimento Sport, diventa cioè capo di una struttura per ora vuota ma che dovrebbe contenere sia Rai Sport sia l’ufficio acquisti diritti. Resta il dubbio se ne abbia fatte più Carlo in Francia o Francia in Rai, o se paghi semplicemente gli scontri fra le tribù del Polo, l’inimicizia con Guido Paglia e le frizioni con la redazione. Così Maffei, romano, 47 anni, da 5 direttore a disposizione, riannoda il filo spezzato nell’agosto del ’98, quando dopo soli venti mesi gli viene tolta la direzione del Tgs e spedito a condurre prima ’90° minuto’ e poi ‘Domenica Sprint’. Il territorio su cui regnerà  misura 80 addetti fra Roma e Milano, 1.500/2.000 ore di trasmissione, tutte le rubriche sportive delle tre reti Rai, la copertura dei grandi eventi, le 8 ore al giorno del canale free Rai Sport Sat. Ai confini preme l’onnivoro Sky che potrebbe rendergli la vita difficile. Prima del Tgs Maffei è stato 15 anni al Tg1 dov’era approdato nell’81 a sorriso spianato e ciuffo biondo dopo anni di collaborazioni a giornali, radio, testate sportive romane.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il dl dignità diventa legge. Via libera dal Senato con 155 sì

Bonisoli: Cinecittà e Rai collaborino di più. Calo di spettatori nelle sale? Serve soluzione italiana

Cda Rai, Rousseau sceglie Coletti e Cellini come candidati M5S – CHI SONO