Alessandro Vocalelli – Da vice direttore a direttore del ‘Corriere dello Sport’

E così il 10 settembre Vocalelli si trova a firmare il suo primo editoriale da direttore. Una carriera felicemente ‘bouleversée’ dagli eventi per questo fedele servitore della casa, entrato come praticante al Corriere dello Sport nell’80, e maturato in versatili qualità  di scrittura, di redazione e di organizzazione. Nato a Roma il 9 aprile 1959, dopo gli esordi nelle radio e tivù private romane, Vocalelli ha seguito per anni come inviato la grande Roma di Dino Viola e la grande Lazio di Cragnotti prima di passare al desk del giornale. Ogni direttore una promozione: redattore con Giorgio Tosatti, suo modello di riferimento, inviato con Domenico Morace, caposervizio con Italo Cucci, caporedattore con Mario Sconcerti, vice direttore con Jacobelli giusto dieci mesi fa.Oltre a un piano di salvaguardia della redazione c’è alle viste il rilancio del giornale che entro ottobre subirà  un restyling e un riassetto della formula: vis polemica appoggiata a grande competenza tecnica, più grandi storie.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

È di nuovo Riccanza, “cult show” di Mtv sulla vita dei giovani ricchi italiani

Milano Music Week ed experience economy: nuovi valori e target a confronto

Nuovi linguaggi e impegno sociale: arriva Involontario, la prima serie girata all’Istituto dei tumori