Televisione – Discovery Channel. Investe in Italia

“In Italia finora non abbiamo avuto una presenza forte come in altri Paesi. Ma con l’arrivo della nuova piattaforma Sky la nostra strategia è cambiata. La parola d’ordine da ora in poi sarà  investire di più sul mercato italiano”. Robin Paxton, amministratore delegato di Discovery Network Europe, non ha dubbi sulle potenzialità  offerte dal nostro mercato. Tant’è che oltre a Discovery Channel, pay tv di divulgazione scientifica distribuita in Italia dal 1997, Discovery Network Europe porterà  su Sky altri tre suoi canali e contemporaneamente aumenterà  le produzioni locali. La società  ha già  all’attivo contratti di coproduzione con Mediatrade, con Brando Quilici Productions, con la società  di produzione di Marco Visalberghi e con la Ga&A con la quale ha realizzato il recente documentario ‘Carvillius: un enigma dall’antica Roma’, andato in onda il 10 giugno su Discovery Channel (costo della produzione 632mila euro).  Sempre in previsione di una maggiore presenza in Italia, Discovery Network pensa di aprire entro l’anno una sede locale della società  a Milano.

___________________
Nella foto, Robin Paxton

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale