Sindacato – Ordine Lombardia. Abruzzo cura l”Abruzzino’

Dopo 13 anni ‘Il Codice dell’informazione’ di Franco Abruzzo è diventato un malloppo di 2.608 pagine divise in due volumi che contiene la summa di tutto quanto riguarda leggi, norme, statuti, storia del giornalismo. Il manuale è adottato come testo per la preparazione agli esami di idoneità  alla professione giornalistica e dagli studenti universitari dello Iulm e della Bicocca (università  Statale 2) di Milano. Il manuale, edito dal Centro di documentazione giornalistico, è arrivato alla quarta edizione, sesta se si tiene conto di quelle uscite nel 1990 a cura dell’Ifg di Milano e nel ’92 per le edizioni del Sole 24 Ore. Quella ora in libreria presenta delle novità : l’indice degli 860 argomenti trattati e il cosiddetto ‘Abruzzino’, la sintesi usata per il ripasso prima degli esami (“Ne giravano alcune versioni fatte dai lettori, piene di errori: valeva la pena che ne facessi una corretta”, racconta l’autore). Franco Abruzzo, 64 anni il 3 agosto, è presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia dal maggio 1989. È stato cronista giudiziario al Giorno, dove ha lavorato dal ’65 all’83. Nel dicembre ’83 è passato al Sole 24 Ore, giornale di cui è diventato caporedattore centrale, articolista e inviato prima di lasciare la professione nel marzo 2001. Attualmente, Abruzzo è anche professore a contratto di storia del giornalismo all’università  Bicocca di Milano e di diritto dell’informazione e dell’editoria allo Iulm. Sul ruolo dei professori universitari a contratto ha già  scritto un parere pubblicato da tre riviste giuridiche.

_____________________
Nella foto, Franco Abruzzo

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’