Televisione – ‘Tg1’. Centrosinistra nervoso

Con 66 voti Bruno Luverà  è stato – il 27 novembre scorso – il primo degli eletti del nuovo Cdr del Tg1 seguito da Leonardo Sgura (64 voti) e Massimo Rocchi (52). Risultato del resto scontato visto che i tre candidati erano anche gli unici a essersi presentati dopo un goffo tentativo di eleggere un triunvirato di capiredattori che avrebbe dovuto formare una sorta di piccola falange contro le possibili aggressioni del governo di centrodestra. Ipotesi, quella del triunvirato con i galloni, sostenuta dal capo della redazione Società , Angelo Angelastro, ma presto caduta per avere raccolto pochi sostenitori. Le elezioni del Cdr sono state precedute da una sorta di presondaggio in modo da andare sul sicuro sui risultati, ma qualcosa non deve aver funzionato. Sono stati infatti in molti a udire i lai del caporedattore economia Dino Sorgonà  che – avendo visto che l’elezione aveva consacrato due uomini della sinistra (Luverà  e Sgura) e uno della destra (Rocchi) – si aggirava per i corridoi lamentandosi: “Ma chi rappresenta i cattolici?”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale