RAIUNO: DEL NOCE, SODDISFAZIONE CON QUALCHE NEO SU CALCIO E FICTION

RAIUNO: DEL NOCE, SODDISFAZIONE CON QUALCHE NEO SU CALCIO E FICTION


(ASCA) – Roma, 18 dic – Soddisfazione e ottimismo, con qualche neo, come Sanremo con ”ascolti in calo”, la fiction ”cresciuta anche troppo”, il calcio che ”inizia ad essere appetibile solo a partire dalla primavera” e Maria De Filippi, vera e propria ”corazzata” Mediaset. Questo in sintesi il 2008 di Raiuno, illustrato in conferenza stampa dal direttore della rete ammiraglia Rai e di Raifiction, Fabrizio Del Noce. Snocciola numeri e cifre con orgoglio Del Noce, sottolineando il confronto vincente con la gestione precedente: ”Nei miei sei anni e mezzo su Raiuno sono andati 50 nuovi format e 15 numeri zero. Nei sei anni precedenti, 25 nuovi format e 7 numeri zero. Esattamente la meta”’. Cio’ vuol dire che ”non siamo stati nell’immobilismo” e anche che con i programmi, che ”vanno tutti bene, copriamo la settimana e diamo un’alternativa valida a Mediaset”. ”Qualche problema – ammette – ce l’ha procurato la corazzata De Filippi. Chapeau e complimenti a lei, che ha fatto soffrire quest’anno tutti quelli che le erano contro”. Nel rimarcare il successo di rete nelle prime serate, dove Raiuno ha vinto nel 78% dei casi, il direttore spiega che ”il genere fiction e’ cresciuto forse persino troppo rispetto alle potenzialita’: 115 prime serate quest’anno, anche se con qualche problema di audience”. D’altra parte – spiega – ”il cinema non funziona piu’ sulle reti generaliste, coi film che arrivano gia’ ‘spremuti’ da piu’ visioni” da ultimo ”sulle pay tv”. Per Del Noce la ricetta consiste nel ”fare meno costume e piu’ ‘seriali’; ridurre il numero delle mini-serie aumentando nel contempo le ‘mini serie evento’; non insistere poi con esperimenti giunti al capolinea e girare il piu’ possibile fiction in inglese per poter vendere il prodotto anche su altri mercati”, proseguendo infine con il ringiovanimento del target, incoraggiato dal successo di ‘Tutti pazzi per amore’, fiction molto gradita a chi ha meno di 50 anni, totalmente fuori media per la rete.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi