TLC

18 dicembre 2008 | 0:00

Telecom/ Nuovo monito Ue ad Agcom: Subito notifica impegni rete

Telecom/ Nuovo monito Ue ad Agcom: Subito notifica impegni rete


Reding: altrimenti decisione contestabile giuridicamente


Bruxelles, 18 dic. (Apcom) – La decisione dell’Autorità  garante per le telecomunicazioni (Agcom) sul riassetto della rete di Telecom Italia deve essere notificata formalmente al più presto alla Commissione europea, altrimenti “non può essere applicata” e rischia di essere “contestabile sotto il profilo giuridico”. E’ quanto sottolineano fonti comunitarie, riferendo che ieri il commissario Ue alle Tlc, Viviane Reding, ha inviato una nuova lettera all’authority guidata da Corrado Calabrò per sollecitare il provvedimento.


“Reding ha inviato ieri sera una nuova lettera in cui fa una prima valutazione della decisione sulla separazione”, spiegano a Bruxelles. “Nella missiva il commissario afferma che la misura italiana è di tipo regolamentare e dunque se non sarà  notificata formalmente in modo completo alla Commissione europea e a tutti i regolatori dei Paesi membri, non sarà  legale”, aggiungono le fonti.


Dal momento della notifica formale Bruxelles e le Authority nazionali competenti avranno 30 giorni di tempo per esprimere la loro valutazione. “In questo periodo la misura italiana non può essere applicata”, sottolineano le fonti vicine a Reding.
“L’Agcom dovrà  notificare formalmente la misura, che altrimenti sarebbe attaccabile, sotto il profilo legale”. La decisione dell’authority italiana era stata segnalata alla Commissione Ue venerdì scorso, poco dopo l’annuncio ufficiale di Calabrò, ma solo in maniera informale.