INTERNET: CINA, INACCESSIBILE SITO NEW YORK TIMES

INTERNET: CINA, INACCESSIBILE SITO NEW YORK TIMES


(ANSA) – PECHINO, 19 DIC – Il sito web del New York Times è inaccessibile dalla Cina da alcune ore. Non è chiaro se si tratti di un guasto o di una nuova iniziativa della censura cinese. L’ ufficio di Pechino del quotidiano statunitense afferma che “sta indagando” sulle ragioni del blocco. Il sito rimane accessibile attraverso i ‘proxy server’ che aggirano i blocchi della censura cinese e, in alcuni casi, dai telefoni cellulari. Pochi giorni fa sono stati nuovamente bloccati alcuni siti ‘proibiti’ che erano stati sbloccati nello scorso agosto, durante le Olimpiadi, dopo le proteste delle migliaia di giornalisti venuti in Cina per coprire l’ evento sportivo. Si tratta dei siti in lingua cinese della della rete televisiva britannica BBC e dell’ emittente Voice of America, quelli di alcuni gruppi umanitari come Medici senza Frontiere e alcuni di Hong Kong eTaiwan critici verso Pechino. Sul suo sito web in inglese, che può ancora essere consultato dalla Cina, la stessa BBC ha attribuito le nuove iniziative censorie al difficile anno che la Cina si appresta ad affrontare. Il 2009 sarà  infatti l’anno di un drammatico rallentamento della crescita economica, oltreché del ventesimo anniversario del massacro di piazza Tiananmen, nel quale centinaia di persone furono uccise quando l’esercito intervenne per sgombrare la piazza dagli studenti che la occupavano da due mesi reclamando l’instaurazione di un sistema democratico.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti