Televisione ““ Frt. Paolo Romani generoso con le locali

In una situazione di cinghie tirate e tagli generalizzati chi la scampa sono le televisioni locali. Tanto per dire, Sky è stata colpita dal raddoppio dell’Iva portata al 20%. La Rai non sa ancora se verrà  concesso l’adeguamento del canone all’inflazione programmata. Il provvedimento è stato annunciato ma, mentre scriviamo, non ancora varato. All’emittenza locale è stato invece riconfermato il lauto finanziamento pubblico di circa 150 milioni per quest’anno e per il prossimo. Lo ha comunicato il sottosegretario alle Comunicazioni, Paolo Romani, al convegno della Frt svoltosi a Roma il 2 dicembre scorso, assicurando un pieno sostegno al comparto nella transizione al digitale.
È rientrato quindi l’allarme che si era diffuso nella categoria per una riduzione del contributo per complessivi 110 milioni di euro che si dovevano spalmare sul triennio 2009-2011. L’ammanco relativo al 2009 è stato già  recuperato grazie al gran lavoro di Romani, che ha stornato 40 milioni da fondi europei che vengono caricati sullo stanziamento 2008, che sale a 185 milioni a fronte di 110 nel 2009.
Alla ricca prebenda istituita dalla legge 448 del 1993 accedono all’incirca 450 piccole tivù delle 580 operanti che ne hanno diritto per il fatto di fare l’informazione territoriale, in base a una graduatoria stilata dai Corecom regionali e una logica di spartizione per cui il 37% della cifra va alle emittenti più forti in termini di fatturato e numero di dipendenti e per il resto è spalmato a pioggia su tutte le altre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale