Borsino dei direttori

22 dicembre 2008 | 13:08

vice direttore di ‘Style’ e direttore di ‘Style Piccoli’

“Un giornale trasversale: che vuole parlare a tutte le famiglie contemporanee, incluse quelle allargate”, dice Diamante D’Alessio, direttore del nuovo trimestrale Style Piccoli, filiazione (è il caso di dirlo) di Style Magazine del Corriere della Sera uscito per la prima volta il 28 novembre (prossima uscita a metà  gennaio in concomitanza con Pitti bimbo).
Per far da levatrice al nuovo prodotto della Rizzoli Publishing Italia D’Alessio ha l’esperienza data dalla partecipazione alla nascita sia di un maschile (Style, appunto) sia di un femminile come Flair. “Style Piccoli è una vera novità ”, spiega D’Alessio, “perché deriva da un maschile, mentre le riviste sui bambini sono in genere brand extension di femminili”.
Romana, 39 anni, D’Alessio si è laureata alla Sapienza in storia contemporanea e nel frattempo si è diplomata in fotografia all’Istituto europeo di design. Abbina foto e testi, comincia all’Automobile, rivista ufficiale dell’Aci, che la assume a ventun anni. Si trasferisce poi a New York e accumula collaborazioni su collaborazioni – compresa l’ultima a Epoca – fino a quella cruciale per il suo futuro con Panorama, che la chiama in redazione prima un’estate poi per una lunga sostituzione maternità . Partecipa quindi come caposervizio alla nascita di Flair dal quale torna poi a Panorama come caposervizio al centrale. Tre anni fa è Carlo Montanaro a chiamarla in Rizzoli per il lancio di Style, subito caporedattore centrale e un anno fa vice direttore, incarico che mantiene insieme alla direzione del trimestrale. “Abbiamo provato a guardare le cose dalla parte dei bambini, che hanno passioni, preferenze, inclinazioni così diverse da quelle che costruiamo per loro”, scrive nel primo numero.