da condirettore a direttore di ‘Vita in Campagna’

All’inizio di dicembre Alberto Rizzotti ha lasciato la direzione di Vita in Campagna, il mensile di agricoltura part time e di educazione ambientale che lui stesso ha fondato nel 1983, dopo aver creato nel 1945 il settimanale di agricoltura professionale L’Informatore Agrario (ora diretto dal figlio Giovanni) e l’omonima casa editrice. Gli succede il condirettore Giorgio Vincenzi, che nell’editrice veronese lavora da ben 28 anni.
Vincenzi ha iniziato come correttore di bozze nel settimanale e ha percorso tutti i gradini della carriera. Nei primi anni Ottanta, quando nasce Vita in Campagna (all’origine era un supplemento dell’Informatore Agrario) entra nella redazione. Nell’83 Vita diventa bimestrale, nell’87 mensile e la redazione prende corpo: oggi è composta da quattro giornalisti, a cui si aggiunge uno squadrone di collaboratori, circa 150. Nel ’90, diventato professionista, Vincenzi viene nominato caposervizio, poi caporedattore, vice direttore, condirettore e ora, a cinquant’anni, direttore responsabile.
Diplomato in agraria, figlio di agricoltori, Vincenzi – coerente con la filosofia della rivista – non vive in città  ma in un paesino del Veronese, Povegliano. “Vita in Campagna”, spiega, “è il periodico dell’agricoltore dilettante, di tutti coloro (e in Italia sono milioni) che aspirano a coltivare con le proprie mani l’orto e il giardino e ad allevare qualche animale da cortile”. Distribuito solo in abbonamento, il mensile ha raggiunto quest’anno 81mila abbonati, mille in più rispetto al 2007. Una crescita costante dovuta soprattutto al passaparola. “Abbiamo un rapporto molto bello con i nostri lettori (molti sono abbonati da lustri), costruito soprattutto grazie alla cura che mettiamo nel fornire informazioni precise, valide tecnicamente, ma con un linguaggio comprensibile da tutti. Anche l’uso delle immagini risponde a questi criteri. L’aspetto grafico che ne risulta può sembrare antiquato, ma ai nostri lettori piace così: ce l’ha confermato di recente una ricerca di Ipsos”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Santoro si candida per il Cda Rai: manderò il curriculum a Camera e Senato

Claudia Lodesani, presidente di Medici Senza Frontiere Italia

Christian Orlandi, chief operating officer di Intoowit