VIGILANZA RAI: VILLARI, NON CAPISCO PERCHE’ DEVO ESSERE ESPULSO

VIGILANZA RAI: VILLARI, NON CAPISCO PERCHE’ DEVO ESSERE ESPULSO


(ASCA) – Roma, 22 dic – ”Ho scritto una lettera al presidente del Senato Schifani per esprimere la mia volonta’ a rimanere nel Pd. Io non capisco perche’ devo essere espulso: ho chiesto le motivazioni ma nessuno me le ha date”. Cosi’ il presidente della Vigilanza Rai Riccardo Villari, in un’intervista al Corriere della Sera, alla vigilia della riunione della Giunta per il regolamento di Palazzo Madama chiamata a decidere se espellerlo dalla commissione che presiede. Questo – si chiede Villari – ”e’ corretto? Sono l’unico espulso dal partito e sono di Napoli: non ci sarebbe, invece, da dire qualcosa in proposito anche per Antonio Bassolino o Rosa Russo Iervolino?”. Quanto alle preoccupazioni del premier Silvio Berlusconi sullo stallo in Vigilanza per le mancate dimissioni dello stesso Villari, che impedisce il rinnovo del Cda Rai, il presidente della commissione di garanzia dice: ”lasciatemi lavorare, poi ne riparliamo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi