CINA: NUOVA STRETTA SU INTERNET, 19 SITI A RISCHIO INCLUSO GOOGLE

CINA: NUOVA STRETTA SU INTERNET, 19 SITI A RISCHIO INCLUSO GOOGLE


(ASCA) – Roma, 5 gen – Nuova stretta della censura del regime cinese su Internet. La campagna, ideata per contrastare il materiale ”volgare e pornografico”, prevede la chiusura dei siti che non rimuoveranno determinato materiale. Per adesso – informa un servizio della Bbc da Pechino – le autorita’ hanno stilato una lista di 19 siti web, fra cui Google e il principale motore di ricerca cinese Baidu, che sarebbe responsabili della pubblicazione di materiale ritenuto ”offensivo” e potenzialmente pericolosi ”per la salute mentale e fisica dei giovani”. Il timore e’ che la censura non si limiti alla pornografia, vista in ripetuti tentativi del governo cinese di mettere le mani sulla rete. Uno dei siti web pubblicamente accusati di materiale ”offensivo”, si chiama Tianya ed e’ molto popolare fra la gente che scrive li’ le sue critiche al regime.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti