New media

05 gennaio 2009 | 0:00

INTERNET: NASCE ‘CATHOLIC GOOGLE’ MA SE DIGITI ‘PAPA’ TROVI UNA PIZZERIA

INTERNET: NASCE ‘CATHOLIC GOOGLE’ MA SE DIGITI ‘PAPA’ TROVI UNA PIZZERIA


(ASCA) – Roma, 5 gen – Si presenta come ”il modo migliore di navigare nella rete per i buoni cattolici”; ma ‘Catholic Google’, un nuovo motore di ricerca che vorrebbe venire incontro all’esigenza dei credenti di evitare le molte sirene tentatrici del web, non sembra avere chiare le priorita’ del proprio target. Se ad esempio si cerca ‘papa’, il primo risultato offerto e’ ‘Papa John’s Delivery or Carryout Pizza’, un servizio di consegna pizze a domicilio. E anche se, per venire incontro al pubblico anglofono per cui il sito sembra essere stato pensato, si effettua la ricerca ‘pope’, la prima pagina consigliata e’ l’articolo dedicato a Benedetto XVI dalla versione inglese di Wikipedia, l’enciclopedia online che non sempre brilla per l’accuratezza dei propri articoli; addirittura, al quarto posto compare un articolo del New York Times che si chiede scetticamente ‘Is the Pope Catholic?’, ‘Il papa e’ cattolico?’. E se si cerca ‘divorzio’, si viene subito mandati sul sito divorziofacile.it. Naturalmente, vista la scarsa qualita’ dei risultati, Google, il gigante del web di Mountainview, non ha niente a che fare con l’improbabile motore di ricerca. ‘Catholic Google’, nella sua pagina di presentazione, afferma di essere ”un motore di ricerca che si appoggia al motore di Google per offrire una risorsa di facile uso per chiunque voglia saperne di piu’ sul cattolicesimo” e di voler ”offrire un modo piu’ sicuro di navigare nella rete per i buoni cattolici”. I normali risultati di una ricerca su Google verrebbero quindi ‘filtrati’ da ‘Catholic Google’ per dare ”piu’ peso ai siti cattolici ed eliminare l’ampia maggioranza di contenuti offensivi, come la pornografia”. L’homepage del sito e’ costruita in modo da assomigliare in tutto e per tutto a quella originale del motore di ricerca, con l’unica aggiunta di due aureole sul ben noto logo colorato. ‘Catholic Google’ afferma anche di lavorare ”a stretto contatto” con la vera Google per ”fare in modo che le pubblicita’ non siano di natura discutibile”. Per il momento, non sembra essere a buon punto.