Editoria

09 gennaio 2009 | 0:00

EDITORIA: FRANCIA; 90 RACCOMANDAZIONI PER USCIRE DA CRISI

EDITORIA: FRANCIA; 90 RACCOMANDAZIONI PER USCIRE DA CRISI
 
(ANSA) – PARIGI, 9 GEN – Instaurare una moratoria di un anno sulle tariffe postali per la stampa, raddoppiare gli investimenti statali destinati alla pubblicità  sui giornali, riservare tassi preferenziali dell’Iva alle sole pubblicazioni politiche e di informazione generale, ridurre i costi di produzione: sono alcune delle 90 raccomandazioni rivolte al governo francese dagli “stati generalì della stampa che il presidente Nicolas Sarkozy aveva convocato nel mese di ottobre. L’obiettivo è risollevare la situazione sempre più stagnante della stampa in Francia: tra il 2000 ed il 2006 le vendite dei giornali sono crollate del 10%; dal 2001 sono fermi anche gli investimenti pubblicitari che, secondo gli esperti, dovrebbero calare ancora nel 2009. Sarà  questo “un anno pericoloso”, sostiene Bernard Spitz, che ha coordinato quattro gruppi di lavoro. A ciò si aggiunge la crescente diffidenza dei francesi nei confronti della stampa: secondo un recente sondaggio Sofres, il 61% di loro dubita dell’indipendenza dei media rispetto al potere. Il ‘libro verde’ consegnato ieri al ministro della cultura Christine Albanel è il risultato di tre mesi di dibattiti tra esperti e professionisti. Tutti sono d’accordo nel denunciare una situazione di emergenza e da qui scaturiscono le 90 proposte, fra le quali l’esonero temporaneo dal pagamento di parte degli oneri sociali per i distributori di giornali. Sul piano fiscale, la proposta è conservare il tasso agevolato del 2,1% per le sole pubblicazioni di informazione politica e generale, portandolo invece al 5,5% per le altre pubblicazioni. Quanto alla moratoria di un anno con le poste, che prevede aumenti delle tariffe, la misura costerebbe 12 milioni di euro.