CRISI: WSJ, ORACLE TAGLIA 500 POSTI IN NORDAMERICA

CRISI: WSJ, ORACLE TAGLIA 500 POSTI IN NORDAMERICA


(ANSA) – ROMA, 14 GEN – La società  californiana di software Oracle avrebbe licenziato venerdì scorso 500 dipendenti nelle sue sedi nordamericane. Lo scrive oggi il sito internet del Wall Street Journal, citando fonti vicine all’azienda. La notizia, non commentata da un portavoce di Oracle, ridimensiona le indiscrezioni circolate sul web nei giorni scorsi, che parlavano di licenziamenti pari al 10% della forza lavoro. In base ai dati della Sec (Securities and Exchange Commission) la società  conta 33.500 dipendenti in America e 86.600 nel mondo. Al pari delle altre compagnie informatiche, Oracle si trova a fronteggiare una contrazione della domanda da parte delle aziende. Nel trimestre chiuso a novembre, aveva riportato ricavi in crescita del 6% su base annua e un utile netto in calo dell’1%. Per la società  si è trattato della prima flessione degli utili in tre anni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti