Borsino dei direttori

19 gennaio 2009 | 13:40

dalla direzione editoriale dei quotidiani Finegil a direttore dell”Agl’

Fiorentino Pironti va in pensione e il 13 dicembre Stefano Tamburini diventa direttore dell’Agl, agenzia di stampa del Gruppo L’Espresso: creata nel 1977, gestisce l’informazione nazionale per tutte le testate locali del gruppo.
Nato a Piombino nel 1961, Tamburini comincia la carriera come collaboratore della redazione locale del Tirreno per lo sport – ai tempi era impegnato in atletica come marciatore – e la cronaca. Abbandona gli studi di biologia a sette esami dalla laurea e nel 1985 viene assunto come praticante nel quotidiano livornese della Finegil, diretto al tempo da Luigi Bianchi. Resta sei anni a Piombino lavorando come cronista di nera, giudiziaria e politica: fra i casi più importanti che ha seguito la rivolta dell’87 nel carcere di Porto Azzurro. Quindi, come spesso accade nei giornali Finegil, comincia a far carriera, ma con la valigia in mano: nel 1991 va come caposervizio all’edizione aquilana del Centro, tre anni dopo si trasferisce a Pescara, prima capocronista poi caporedattore dell’ufficio centrale. Nel ’99 diventa caporedattore alla Gazzetta di Reggio, e ci rimane per 6 anni e mezzo. Nel giugno 2005 è caporedattore centrale alla Libertà  di Piacenza (giornale partecipato dalla Finegil al 35%) e nell’ottobre 2006 diventa direttore del Corriere Romagna, nel quale la Finegil è entrata comprando il 49% della società  proprietaria della testata. Sette mesi dopo, quando la Finegil decide il disimpegno operativo dal giornale, entra a far parte della direzione editoriale dei quotidiani Finegil-L’Espresso e lì lavora fino al 13 dicembre scorso, occupandosi soprattutto dello sviluppo del nuovo sistema editoriale e della futura revisione della veste grafica dei quotidiani Finegil.
In Agl trova una redazione che in un anno dovrà  ridursi di numero per gli esodi volontari caldeggiati dall’editore, mantenendo però un ruolo cruciale non solo per la realizzazione del materiale con cui i quotidiani interamente Finegil e quelli partecipati confezionano in tutto o in parte ogni giorno le loro pagine di attualità , ma anche per la scelta dei temi locali da portare all’interesse nazionale.
Gusti: la lealtà .
Disgusti: l’ipocrisia.

Comments are closed.