Nessuna categoria

19 gennaio 2009 | 14:35

Simona Panseri – corporate communications manager di Google Italia

Dal 9 dicembre Simona Panseri dirige la comunicazione istituzionale di Google e coordina le relazioni esterne, riportando direttamente a Stefano Hesse, responsabile comunicazione della Internet company per il Sud Europa.
Panseri, 38 anni, si è laureata in filosofia all’università  Statale di Milano. Durante il periodo universitario ha lavorato nell’editoria come redattrice, ma la sua prima vera esperienza professionale è stata subito dopo la conclusione degli studi, nel 1994 alla comunicazione della Philips. Dall’azienda è passata poi all’agenzia, in Business Press, come account executive, diventando capo della divisione corporate pr. “Ho avuto la possibilità  di crescere, gestire gruppi di lavoro e seguire molti clienti diversi, tra cui anche la tribù degli indiani seminole, che gestiscono casinò e locali di divertimento negli Stati Uniti e che in Italia hanno acquisito la catena degli Hard Rock Caf蔝. Nei 13 anni che ha passato in Business Press, Panseri si è occupata soprattutto del mondo delle tecnologie, seguendo grossi nomi dell’elettronica di consumo come Philips, Kodak, Lg e Mediaworld. “In agenzia”, spiega la manager, “impari di più, non ti focalizzi solo su un settore, devi seguire diversi clienti e questo ti aiuta a conoscere più realtà  aziendali e più giornalisti”.
Panseri è in Google dall’inizio di novembre. “Il primo impatto”, dice, “è stato molto positivo; Massimiliano Magrini, il country manager italiano, lo conosco bene: era stato infatti un mio cliente all’epoca in cui guidava Altavista. Google è una realtà  molto dinamica e complessa; e poi c’è YouTube, che ha una sua storia e sue particolari esigenze dal punto di vista della comunicazione”. Sono realtà  spesso al centro dell’attenzione dei media per le loro implicazioni dal punto di vista della tutela della privacy, del diritto d’autore, eccetera: temi caldi insomma anche per la comunicazione. “Stiamo parlando di strumenti nuovi che cambiano le regole del gioco”, osserva Panseri. “Applicare pedissequamente i criteri del passato non funziona: stiamo vivendo in un periodo molto interessante e avvincente di elaborazione di nuove regole”.
I rapporti con la casa madre di Mountain View in California sono mediati dalla struttura europea che ha sede a Londra. Negli uffici milanesi di Google, in corso Europa, con Panseri lavora Alessio Cimmino che segue in modo specifico la parte business to business. E poi
c’è il supporto esterno dell’agenzia di comunicazione Theoria. “Nel nostro lavoro”, spiega Panseri, “parliamo con i giornalisti sia direttamente sia attraverso una serie di strumenti digitali, dal blog (googleitalia.blogspot.com) al canale video (it.youtube.com/user/GoogleItalia), alla chat: da poco Gmail, il programma di posta di Google, ha una chat video che trovo geniale e che utilizziamo moltissimo tra colleghi europei”.
Panseri è sposata e ha due bambini, Andrea di quattro anni e Bianca di 17 mesi. Il suo tempo libero è impegnato in gran parte nel lavoro di mamma. Ma ama anche leggere e fare visite turistiche spot nelle città  d’arte. Per informarsi legge i principali quotidiani e escolta la radio: è una
fedele ascoltatrice della terza rete Rai e in particolare del programma sui libri ‘Fahrenheit’.

Comments are closed.