Protagonisti del mese, Scelte del mese

20 gennaio 2009 | 13:47

Personaggi – Leon Panetta. Noi lo conosciamo

Il 9 gennaio scorso il presidente eletto degli Usa Barack Obama ha nominato Leon Panetta direttore della Cia, la più importante agenzia di intelligence al mondo. In questa pagina riproponiamo ai nostri lettori l’intervista che Panetta rilasciò a Prima nel maggio 1998, al termine di una conferenza nella sede milanese dell’Ispi.
Essere ‘popular’, ottenere cioè un grande e immediato consenso, è una grande tentazione per un politico, dice Leon Panetta, ex capo dello staff di Bill Clinton. Ma è anche un grosso rischio perché finisce per distrarre dagli obblighi istituzionali dell’incarico.
Martedì 26 maggio 1998 Leon Panetta sembra divertito quando gli raccontano che in un’intervista a Prima Comunicazione Massimo D’Alema, allora segretario dei Democratici di sinistra, irritato dalla ‘pessima’ qualità  del giornalismo italiano, ha invitato i lettori a lasciare i quotidiani nelle edicole.
Il sessantenne e abbronzatissimo avvocato californiano è di passaggio a Milano, dove all’Istituto studi politici internazionali ha tenuto una conferenza su ‘Impatto delle lobbie e dei global media in politica e affari: un insight dalla Casa Bianca’, forte dell’esperienza di oltre 30 anni di attività  politica nel Partito democratico Usa, iniziata nel 1970 come assistente esecutivo del sindaco di New York, proseguita dal 1976 al Congresso di Washington e culminata nel 1993 con l’elezione alla presidenza di Bill Clinton, di cui Panetta è stato inizialmente direttore all’economia, e dal 17 luglio 1994 fino al 20 gennaio 1997 capo dello staff, raddrizzando il disastroso esordio dell’amministrazione.(…)

Comments are closed.