New media

22 gennaio 2009 | 13:14

CRISI: ANALISTI, MICROSOFT COSTRETTA A TAGLIARE POSTI LAVORO

CRISI: ANALISTI, MICROSOFT COSTRETTA A TAGLIARE POSTI LAVORO

(ANSA) – ROMA, 22 GEN – Microsoft potrebbe annunciare oggi un taglio di posti di lavoro quando comunicherà  i propri conti trimestrali dopo la chiusura dei mercati. E’ quanto di attende un analista di Ubs, Heather Bellini, secondo cui il colosso informatico probabilmente deciderà  di eliminare posizioni lavorative a tempo pieno, a contratto e anche fra i venditori, per ridurre i costi operativi annuali del 5-7% , pari a risparmi che vanno da 1,37 a 1,92 miliardi di dollari. L’analista – riferisce l’agenzia Bloomberg – prevede che quest’anno Microsoft archivierà  il più basso aumento delle vendite della sua storia rendendo inevitabile un drastico intervento sui costi. Anche l’analista di Goldman Sachs, Sarah Friar scommette su un taglio occupazionale che potrebbe colpire il 10% degli impiegati. A fine settembre Microsoft contava 94.286 dipendenti, in aumento del 55% rispetto a giugno 2005, ma finora non ha fornito dati aggiornati e Bellini calcola che attualmente il numero dei lavoratori si aggiri fra le 20.000 e 30.000 unità . Ieri il gigante dei microprocessori Intel ha annunciato la chiusura di cinque stabilimenti che comporterà  tagli e ricollocamenti per 5.000-6.000 dipendenti. Quanto ai conti di Microsoft, gli analisti prevedono in media che il colosso di Redmond abbia chiuso l’ultimo trimestre del 2008 con un utile per azione di 50 cent, sostanzialmente invariato rispetto allo stesso periodo 2007, sulla base di vendite pari a 17,1 miliardi di dollari.

Comments are closed.