Editoria

27 gennaio 2009 | 11:44

DE BENEDETTI: CINQUANT’ANNI DA “INGEGNERE” DELLA FINANZA

DE BENEDETTI: CINQUANT’ANNI DA “INGEGNERE” DELLA FINANZA
 
(AGI) – Milano, 26 gen. – Carlo De Benedetti, l’Ingegnere della finanza, saluta e se ne va: lascia tutte le presidenze del vasto impero imprenditoriale costruito in 50 anni di attivita’. In un’affollatissima e attesissima conferenza stampa annunciata solo a meta’ giornata, e che si e’ svolta nel tempio della finanza, la sede di Borsa Italiana, De Benedetti, 74 anni, ha comunicato ai giornalisti l’intenzione di lasciare la presidenza di tutte le societa’ del suo vasto impero: dalla Sogefi, al Gruppo L’Espresso, dalla Cir a Management & Capitali, la societa’ di investimento che lui stesso aveva promosso solo tre anni fa. Una decisione – ha spiegato De Benedetti – “presa con serenita’” e che non minaccia il futuro aziendale: “Ho assicurato i ricambi del management dove occorreva e la contiuita’ in altri casi”. La carriera dell’ingegnere, con il pallino dell’editoria, inizio’ da giovanissimo nella societa’ di famiglia la ‘Compagnia Italiana Tubi Metallici’ e poi proseguita in Fiat, dove arrivo’ con il sostegno di Umberto Agnelli, alla carica di amministratore delegato. Un’esperienza conclusasi negativamente e in breve tempo dopo i sospetti di alcuni membri della famiglia Agnelli di un tentativo di scalata. Nel 1976 fonda CIR (Compagnie Industriali Riunite), trasformando una piccola conceria in una delle piu’ importanti holding private italiane, quotata alla Borsa di Milano e con piu’ di 12 mila dipendenti. Ne e’ stato Vice Presidente e Amministratore Delegato dal 1976 al 1995, quando e’ stato nominato Presidente, carica che ricopre attualmente. CIR e’ controllata da COFIDE-Compagnia Finanziaria De Benedetti, anch’essa fondata nel 1976 e quotata a Piazza Affari. Carlo De Benedetti ne e’ Presidente e azionista di maggioranza. Cir detiene la partecipazione di maggioranza nel gruppo L’Espresso, il gruppo editoriale che spazia dalla carta stampata (Reppubblica e l’Espresso su tutti), alla radio. Attraverso le sue controllate e’ anche editore di 16 quotidiani locali, ha una presenza rilevante nel settore Internet e raccoglie la pubblicita’ per le pubblicazioni del gruppo oltre che per alcuni editori terzi.

Comments are closed.